Per quest’anno a Natale vorrei..una nuova bicicletta! Scopri perché è il regalo perfetto per gli amanti del ciclismo e dello sport all’aria aperta.


Caro Babbo Natale,

così promuoveva il noto Angelini… e allora subito mi chiedo se esiste un limite di età oltre il quale si è troppo maturi per scrivere una lettera a Babbo Natale e chiedergli esattamente quello che vorremmo ci portasse quest’anno. Beh, forse sì, però io ci provo lo stesso: caro Babbo, io quest’anno vorrei una bicicletta nuova!

Cosa vuoi sapere prima: il perché, il dove o il quando?

Iniziamo col perché: mi ha sempre affascinato moltissimo il mondo del ciclismo, che ho sempre preferito a qualsiasi altra disciplina! Soprattutto se inteso come fuori porta dei fine settimana invernali, nei quali il tempo passa lentamente, e ti piacerebbe fare qualcosa ma non sai cosa. Ho sempre pensato: ecco se adesso avessi una bici me ne andrei in campagna a fare un giro.

Per non parlare poi di quando vedo quelle comitive di gente che se ne va tutta insieme allegramente a vedere il mondo così come si dovrebbe fare, gustandosi il paesaggio e nello stesso tempo facendo qualcosa di positivo per il corpo e per la mente. Provo uno stato di pura e sana, invidia! Sono spesso stata tentata dal fermarmi e chiedere di potermi unire a loro!

Allora tu mi dirai, caro Babbo Natale, ma perché non te la sei comprata da sola la bicicletta?

Ecco, devo ammettere di avere un po’ di timore perché purtroppo il rispetto per i ciclisti non è tantissimo, e anche perché ho paura di cadere. Io, che cado anche dalla sedia, non oso immaginare che fine potrei fare da una bici.

Passiamo al dove. Beh, ovviamente me la dovresti portare a casa, ma stai attento perché da poco l’ho cambiata! Mi sono trasferita in una zona dove hanno appena fatto una pista ciclabile che porta dritta dritta al mare, e ovviamente questa nuova casa e questa pista ciclabile hanno un peso importante nella mia richiesta.

Le ho viste sin da subito come un segno del cosmo che mi diceva: ora non hai veramente più scuse bella mia. Finiamo con il quando. Diciamo che adesso non vedo proprio più l’ora di riceverla, quindi se potessi portarmela ASAP (come si dice in gergo lavorativo) te ne sarei profondamente grata.

Ah, ma vuoi sapere quando la userei? Spero veramente molto spesso, e sin da subito. Proprio due domeniche fa ho partecipato ad un’escursione nelle campagne vicino Otranto, non andavo su una bici da tanto ma mi è piaciuto moltissimo, ho respirato un senso di libertà e di connessione con la natura e con il mio corpo che non provavo da tempo, e che chi va sempre in macchina, sicuramente se ne preclude quasi totalmente.

Quindi caro Babbo Natale, ora che sai tutto non ti trattengo oltre, perché so che in questo periodo sarai sicuramente impegnatissimo.

Ti mando un abbraccio!

Ps. Il caschetto ce l’ho già, ed è rosa. Te lo dico, così ti regoli con l’abbinamento del colore.

0