DOMS e mal di schiena: alcuni consigli per eliminarli.


DOMS: cause e prevenzione.

Dopo un’intensa attività fisica, come per esempio il lungo sforzo protrattosi durante le gare podistiche, è normale avvertire, tra le 12 e le 48 ore, un tipo di dolore definito DOMS (Delayed onset muscle soreness).

La causa dei DOMS non è attribuibile a un deposito di acido lattico nei muscoli (a differenza di quello che succede ai principianti), ma a micro lacerazioni del tessuto muscolare che si producono durante gli allenamenti.

La durata dei DOMS è legata al processo di ricostruzione muscolare, cioè alla fase della supercompensazione muscolare.

I DOMS di norma scompaiono entro 3-4 giorni dall’attività fisica, ma possono perdurare anche più giorni.

Si è dimostrato che l’allungamento praticato prima e dopo non previene il DOMS, ma, anzi, un livello di allungamento eccessivo può addirittura essere dannoso per il muscolo stesso.

È importante, perciò, saper gestire con le giuste posture, i giusti tempi e la giusta intensità la fase di scarico post-allenamento.

Un importante aiuto in questa fase viene dato anche dalle tecniche di Shiatsu, che hanno come funzione quella di facilitare il drenaggio emolinfatico e l’eliminazione delle scorie muscolari, oltre che da una corretta alimentazione ed integrazione.

Il mal di schiena: un dolore dalle molteplici cause.

Altro dolore tipico delle fasi di eccessivo carico di allenamento è il “mal di schiena”, localizzato nella zona lombare e sacrale.

Salvo casi particolari di preesistenti patologie osteoarticolari, il dolore può derivare da:

assetto posturale non in equilibrio che costringe il corpo a continui compensi di assestamento posturale;

insufficiente riscaldamento generale e specifico;

residuo di tossine e tensioni muscolare derivanti da inadeguata esecuzione di esercizi di “defaticamento” al termine di ogni allenamento o da scarso recupero tra un allenamento e l’altro;

insufficiente esecuzione di esercizi di stretching muscolare e mobilità articolare;

intossicazione dell’organismo a causa di un’alimentazione scorretta o di intolleranze alimentari.

Come eseguire lo scarico sulla zona muscolare particolarmente affaticata.

Per attenuare il dolore si possono eseguire esercizi di allungamento:

– allungare il muscolo in maniera lenta e graduale,

– raggiunto il punto di massimo allungamento, in assenza di dolore, mantenere la posizione per almeno 90’’,

– riportarsi nella posizione iniziale sempre in maniera lenta e controllata,

– ripetere l’esercizio almeno 3 volte.

2+