Ormai sarà capitato a tutti, trovandosi in palestra, in uno studio fisioterapico o sui campi di atletica, di notare dei rulli colorati e chiedersi: cosa sono e a cosa servono? Scopriamolo insieme!


Foam Roller: che cosa sono e a cosa servono?

I Foam Roller sono dei rulli, che possono essere di gomma o di spugna, con superficie liscia o levigata, di dimensioni più o meno lunghe. Possiedono una funzione realmente efficace per gli atleti, in quanto servono a migliorare l’elasticità e ad accelerare il recupero dopo lo sforzo delle gare podistiche o di qualsiasi attività sportiva.

Partendo dal presupposto che le mani di un esperto fisioterapista sono, ovviamente, più efficaci per eliminare le contratture e ridurre gli affaticamenti muscolari dell’atleta, il Foam Roller può essere un ottimo strumento per praticare un automassaggio miofasciale e ricavare autonomamente dei grandi benefici.

I Foam Roller sono molto utili per eseguire un automassaggio post allenamento

Questo strumento, deve essere infatti pensato come un attrezzo per favorire il recupero in condizioni normali. Qualora dovessero insorgere dei problemi, come ad esempio contratture, strappi muscolari o dovresti provare eccessivo dolore è consigliabile rivolgersi ad un medico o ad un fisioterapista.

Un altro aspetto positivo dell’utilizzo del Foam Roller è che, se utilizzato con una certa costanza, può avere un grande impatto in termini di efficacia nella vita sportiva dei runner e, in generale, della maggior parte degli sportivi.

Gli atleti generalmente gli utilizzano per i muscoli che più generano dolore durante le gare podistiche o durante il recupero post allenamento, come ad esempio i muscoli della gamba ma, in realtà, i migliori risultati si ottengono trattando tutti i principali gruppi muscolari coinvolti nell’attività.

Quali vantaggi apporta il loro utilizzo?

Numerosi sono i vantaggi apportati dall’utilizzo di questa semplice attrezzatura. In particolare, il Foam Roller:

  • Migliora l’elasticità dei muscoli prima di una prestazione sportiva
  • Allevia il dolore post allenamento
  • Distende la muscolatura

I Foam Roller aiutano a distendere la muscolatura dopo un allenamento

  • Accelera il recupero dopo lo sforzo
  • Riduce il rischio di infortuni
  • Migliora la circolazione sanguigna
  • Aiuta a trattare la cellulite

Quando utilizzarli?

Non esistono indicazioni precise su quando utilizzare questo strumento. Sta nell’atleta decidere quando farlo a seconda delle sue esigenze e dei suoi bisogni. L’unico consiglio che ti diamo è quello di non utilizzarli prima e dopo un allenamento eccessivamente intenso.

È consigliabile farne un uso frequente e costante, in modo tale da trarre benefici maggiori e duraturi nel tempo. In particolare, secondo uno studio, l’utilizzo del foam roller sul quadricipite è in grado di determinare un aumento della gamma dei movimenti senza indurre a una diminuzione della performance neuromuscolare.

il foam roller è molto utile se utilizzato sul quadricipite

È possibile inoltre svolgere dei semplici esercizi da fare a casa, durante il tempo libero, per contrastare la cellulite ad esempio, o degli esercizi contro il mal di schiena (solo se il dolore non è permanente, altrimenti ti consigliamo di rivolgerti a un medico).

Foam Roller: come utilizzarli al meglio

Vediamo ora qual è il modo corretto di utilizzare questo accessorio.

Bisogna scivolare con il peso del corpo sul Foam Roller seguendo la direzione in cui si sviluppa il muscolo e eseguire questo rotolamento molto lentamente.

Utilizza i foam roller come esercizio post allenamento con un movimento lento in questo modo potrai distendere la tua muscolatura

Infatti, più si scorre lentamente su questo rullo, più sarà efficace il trattamento e sarà anche più facile individuare i punti maggiormente contratti che ci appariranno come dei noduli. Per “sciogliere” appunto, questi noduli, dovrai soffermarti maggiormente su questi punti dolenti e imprimere una maggiore pressione, fin quando non sentiremo una sensazione di sollievo.

In questo modo riuscirai a distendere le fasce muscolari della parte superiore ed inferiore del corpo, andando a trattare qualsiasi zona contratta e affaticata, come ad esempio polpacci, cosce, schiena, glutei ecc.

Eseguendo questo trattamento, anche per pochi minuti ma con costanza ogni giorno, i benefici saranno assicurati.

1+