Vuoi perfezionare la tua tecnica di nuoto per la tua prossima gara di Triathlon? Scopri come fare.


Nuoto per Triathlon

Come già saprai, la prima frazione del Triathlon è quella del nuoto. Questa frazione comprende sia il momento dentro all’acqua sia la transizione con la successiva disciplina, il ciclismo. Durante questa transizione, la gara assume le caratteristiche delle gare podistiche, nel momento in cui uscirai dall’acqua per recarti nella zona di cambio.

Per questo motivo è bene allenarsi non solo con il nuoto ma anche con la corsa e allenare la transizione come se fosse una quarta disciplina.

Ma torniamo alla frazione di nuoto vera e propria durante una gara di Triathlon. Il tuo obiettivo è quello di migliorarne la tecnica? Devi sapere che il segreto sta tutto nell’allenamento. In questo articolo vogliamo darti alcuni consigli su come potresti allenarti in vista della tua prossima competizione.

Prima di iniziare qualsiasi programma è bene eseguire 5 minuti di esercizi di stretching e altri esercizi vari. Questo consentirà di preparare il tuo apparato muscolare e scheletrico all’attività in acqua, evitando eventuali spiacevoli complicazioni.

Come migliorare la tua tecnica di nuoto per Triathlon

Una volta effettuato il riscaldamento muscolare puoi iniziare l’allenamento vero e proprio. Ricordati che se il tuo obiettivo è quello di migliorare la tua tecnica di nuoto in vista della tua prossima gara, dovrai concentrarti esclusivamente su di essa.

Affinché la tua tecnica di nuoto migliori, dovrai lavorare sulla postura, sul tuo respiro, sullo stile da utilizzare e sullo stare attento/a a non gravare eccessivamente su una parte del corpo specifica, come ad esempio le gambe.

Ma vediamo più nel dettaglio quanto appena detto.

1) Lavora sul tuo respiro

La respirazione nel nuoto è fondamentale: più riesci a controllare il tuo respiro, più è alta la possibilità di migliorare la tua tecnica e di raggiungere dei buoni risultati in gara. In particolar modo, la respirazione bilaterale è quella più consigliata nel Triathlon.

Questo tipo di respirazione consiste nel respirare ogni tre bracciate o, meglio, consiste nel respirare da entrambi i lati del corpo. Si consiglia l’utilizzo di questa respirazione perché comporta un miglioramento della bracciata e una buona propulsione nella nuotata.

Questa respirazione, consentendo un migliore bilanciamento, ti permetterà di conseguenza di ruotare molto meno le spalle e di avere quindi una maggiore spinta.

2) Non utilizzare eccessivamente le gambe

Il secondo consiglio che ti diamo per migliorare la tua tecnica di nuoto è quella di non utilizzare eccessivamente le gambe durane la nuotata. Questo perché, utilizzare scorrettamente gli arti inferiori potrebbe rallentarti e causare un eccessivo consumo di ossigeno, aumentando di conseguenza anche il tuo senso di affaticamento.

Per apprendere al meglio il corretto assetto posturale delle gambe, durante il tuo allenamento, potresti avvalerti dell’utilizzo del pullbuoy.

Il pullbuoy, la cosiddetta “boa da tiro”, è quell’attrezzo che va tenuto tra le ginocchia e impiegato per aiutare il nuotatore a utilizzare il meno possibile le gambe.

3) Ottimizza l’assetto in acqua

La posizione che assume il tuo corpo quando stai in acqua è fondamentale perché ti permette di “scivolare” meglio. Per ottenere una posizione ottimale dovrai:

  • Mantenere la testa rilassata e ferma rispetto ai movimenti del corpo.
  • Tenere gli occhi sempre rivolti sul fondo della piscina perpendicolari.
  • Mantenere la schiena dritta.
  • Il corpo deve essere sempre ben allungato. Per ottenere questo, mantieni sempre gli addominali ben contratti, cercando di spingere l’ombelico verso l’interno.
  • Ruota i fianchi (durante il rollio) in modo tale da dare una maggiore forza alla bracciata.

Mentre nuoti è importante che tu mantenga una posizione parallela al fondo. Così facendo il tuo corpo genererà meno resistenza. Per far questo il movimento della gambata dovrà partire dall’anca e non dal ginocchio, evitando così che le gambe affondino.

4) Allenati!

Il quarto consiglio potrebbe sembrare scontato ma, in realtà, non lo è affatto. Per migliorare la tua tecnica non dovrai far altro che allenarti con costanza e determinazione. Fatti un piano di allenamento personalizzato se ti alleni da solo, altrimenti, richiedi al tuo istruttore di creare insieme a te un piano mirato alla tecnica.

Per migliorare le tue abilità nel nuoto in acque libere potresti:

  • Nuotare con uno stile libero a testa alta: questo metodo ti consentirà di rafforzare il tuo collo e ti aiuterà a prendere in considerazione i punti di riferimento che avrai durante la competizione, come ad esempio le boe di segnalazione.
  • Nuotare senza effettuare virate: allenati a girare senza spinta ripartendo solo con la forza delle tue gambe e delle tue braccia.

Conclusioni

Vuoi migliorare la tua tecnica di nuoto in vista della tua prossima gara di Triathlon? Segui i consigli che ti abbiamo dato in questo articolo. Concentra tutto il tuo allenamento sulla tecnica di nuoto che ritieni possa essere più adatta a te. Cerca di migliorare il tuo respiro, il tuo assetto in acqua e concentrati sulla bracciata e gambata.

Siamo sicuri che, così facendo, riuscirai a ottenere degli ottimi risultati. Buon allenamento!

0